GLI ARMONICI – Armonici artificiali e naturali
by on Apr 11, 2017 10:38 PM in Didattica

 

La tecnica su cui si base tutto lo strumento (se teniamo conto dell’intonazione dello stesso). Ascoltando molti chitarristi (quasi tutti i Grandi, vedi Tommy Emmanuel in primis) restiamo incantati da questa tecnica e dal suono idilliaco. Senza dubbio per il Sottoscritto è Michael Hedges il più grande sperimentatore  di sempre in tal senso.

 

Gli armonici naturali possono essere udibili pizzicando una corda con la mano destra e sfiorandola (senza frenarla) con la sinistra all’altezza del XII tasto (per ottenere un armonico di ottava) o del VII (o anche del XIX o VII per ottenere un armonico di quinta, IV o IX per ottenere un armonico di terza etc.), allo stesso modo gli armonici artificiali si ottengono premendo una corda con la mano sinistra su un qualsiasi tasto ed effettuando la manovra “pizzicare-sfiorare” (Armonico Pinch) con la destra – tramite una particolare tecnica – in un punto equivalente a: XII tasto (per ottenere l’ottava) + tasto premuto.
Esempio: se si pizzica il Mi basso pigiando il III tasto si ottiene un Sol; mantenendo la posizione ed effettuando la manovra “pizzicare-sfiorare” al XII+ III tasto – ovvero al XV tasto – si otterrà un armonico artificiale accordato sul Sol dell’ottava superiore.
Il risultato dipende da diversi fattori tra cui i materiali utilizzati per la fabbricazione dello strumento. Per Uno studio approfondito vi invito a cercare le teorie dei corpi vibranti e degli strumenti a pizzico in generale.

 

Ecco una mappa di come dovrebbe comparire lo strumento ai nostri occhi:

 

Lascia un commento

2014 PasqualeNinni all rights reserved - Site created by Livio Latella Graphic Designer www.liviolatella.com